Domani incontro Cotral vs amministrazioni locali

Tante le novità sul fronte “interventi contro il caos Cotral”.

Apprendiamo da Notizia Locale che domani, venerdì 15 Gennaio, il Cotral  ha fissato un appuntamento con  le amministrazioni locali per affrontare il tema degli attuali disservizi.

La paternità di questo appuntamento è un po’ incerta. Notizia Locale fa riferimento ad un comunicato dell’On. Monica Gregori, che è reperibile sul suo profilo Facebook  personale. Altre fonti parlano anche della lettera del Sindaco di Subiaco.

Di chi sia la paternità (o maternità) a noi interessa poco, anche perché di lettere ne sono partite altre (vedi quella del Sindaco di Roviano). A noi interessa sapere cosa pensano di fare domani.

Ci piacerebbe sapere quali e quanti sindaci o comuni domani saranno a Roma. Se andranno come blocco o ognuno per se. Se si stanno organizzando.

i bus cotral? So svampati signo

i bus cotral? So svampati signo

Vorremmo sapere quali sono i “Comitati Pendolari ” a cui si fa spesso riferimento. Ne conoscete qualcuno attivo?

Vorremmo poter leggere la nota di risposta che la dirigenza Cotral ha inviato in risposta alle tante missive degli enti locali. Qualcuno di voi l’ha letta?

Sappiamo che la X Comunità Montana dell’Aniene con nota proprio prot. 02/2016 ha

“ contestato i tagli delle corse COTRAL richiedendo interventi”

e che

“è doveroso esprimere contrarietà , indignazione , preoccupazione e richiedere interventi ”

Alla nota della Comunità Montana ha aderito l’Unione dei Comuni della Valle Ustica.

Ma sui temi di questo incontro con il Cotral a noi nascono delle curiosità

Tutte queste sono lodevoli iniziative per carità, ma a noi, che siamo lontani dalle dinamiche politiche e amministrative, continuano ad apparire come un valzer di Strauss in un mondo che suona tecno a 160 bpm.

Ci piacerebbe che qualcuno, ad esempio, ci dica cosa pensa  del fatto che oggi a Subiaco ci siano stati dieci (10) autisti malati e che mancassero dei bus (notizia non confermata).
Come si interviene su questi problemi? Con i 122 bus primaverili di Zingaretti? Possiamo maliziosamente pensare che qualcuno stia spingendo per una privatizzazione del Cotral?

Come abbiamo scritto ad inizio anno, cioè circa 10 giorni fa, oltre le carte, la burocrazia, i bizantinismi, le appartenenze di scuderia, cosa si pensa di fare per i pendolari?

Scusate la facile ironia ma noi una scommessa ci sentiamo di farla: scommettiamo che nessuno dei partecipanti alla riunione di domani andrà con i bus e con la metro Cotral?

Scommettiamo anche che uscirà un bel comunicato in cui le parti si prendono l’impegno di approfondire il problema dei disservizi e di intervenire quanto prima?

Chi vuole scommettere?

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *