Cotral: continua il caos nella Valle dell’Aniene

Anche oggi, tanto per cambiare, iniziamo con i commenti che i pendolari ci raccontano l’odissea quotidiana delle corse Cotral soppresse all’ultimo minuto (o “sopprese”, per dirla con lo stile Cotral) e  tutti i disagi che ne conseguono:

Rosella:

“Anche a Ciciliano stessi problemi (corse soppresse, NdR)…… Non si capisce più nulla degli orari degli autobus….siamo nel caos più totale!”

Cinzia:

 “Neanche a Mandela passano. È da giovedì che si va alla fermata, si aspetta e poi bisogna accompagnare studenti e lavoratori in macchina oppure si va a piedi fino a San Cosimato…ma quando finiscono?!?!?!”

Anna:

“Queste sono le partenze da Sambuci per Tivoli. Praticamente la domenica il paese è isolato. In più è stato soppresso il bus delle 6 la mattina e altri due bus che riportavano gli studenti da Tivoli.” (Foto allegata)

orari da sambuci

Orari Cotral da sambuci

Rita promuove un’iniziativa:

“ Stavo pensando che forse se ogni paese coinvolto in questa situazione facesse una petizione facendo firmare ad ogni compaesano un foglio su cui si prescrivono corse saltate e i vari disagi causati dalla mancanza di corse per poi spedire il tutto a chi “dovrebbe” risolvere il problema, forse qualcosa si riesce ad ottenere, purché però la petizione sia firmata da più gente possibile in modo tale da far capire che il problema non é minimo e non é assolutamente da sottovalutare, anche oggi qui a casape sono saltate corse, ad esempio quella che parte da tivoli alle 10:20 , quella corsa per alcuni é indispensabile perché poi arrivata a poli riparte per roma….speriamo che si riesca a risolvere questo enorme disagio”

 

Su altre pagine Facebook e siti si leggono decine di questi commenti. Per ora possiamo rilevare solo un grande caos. Non si ha nessun punto di riferimento, non si vedono azioni concrete e coordinate tese a risolvere questo problema.

Quali iniziative si sono prese nella Valle dell’Aniene?

Leggiamo di singole iniziative di Sindaci della Valle dell’Aniene che scrivono lettere al Cotral e ai colleghi, di richieste di tavoli tecnici, ma i giorni passano e i pendolari restano ore in fermata ad aspettare.

Dei parlamentari locali abbiamo già detto: un solo comunicato stampa e poi il silenzio assoluto.

Dalla Regione Lazio, in particolare dal Presidente Zingaretti, oggi abbiamo avuto un “proclama” che invece di far sperare in una rapida soluzione prospetta un lungo periodo di difficoltà.

E la Valle dell’Aniene? I 31 comuni ( o come dice qualcuno 42) che fanno?

Ed i pendolari? Qualcuno si lamenta delle proteste!

Per mera curiosità scientifica, non sarebbe il caso di incontrarsi oggi, anzi “ieri”,  e agire insieme sia dal punto di vista amministrativo ma soprattutto con un’azione politica?
Fuori dagli schieramenti di appartenenza, dalle scuderie, dalle “entrature personali” se si deve dare una risposta ai cittadini il momento è ora. Basta con la fuffa politichese e burocratica.

 

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *